Fogliano di Redipuglia e il convegno StorytellersWW1

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
3D, realtà aumentata e percorsi QRcode per il museo della Stazione regia che conta 50mila presenze l'anno. Scandaletti: "Un piccolo gioiello"
Le soluzioni innovative 3D, realtà aumentata e percorsi QRcode fanno del Museo della Grande Guerra di Fogliano di Redipuglia l'unico ultimato, multimediale e ad alto tasso di tecnologia tra quelli realizzati in occasione del centenario del primo conflitto mondiale. Ecco perché è stato portato come esempio nel corso del convegno Storytellers WW1, che si è tenuto venerdì 12 febbraio presso il Museo della Camera della Terza Armata, alla presenza del sindaco di Fogliano Redipuglia Antonio Calligaris, la vicepresidente della provincia di Gorizia Mara Cernic e Luca Caburlotto, sopraintendente  per i beni storici, artistici ed etnoantropologici del Friuli Venezia Giulia. A moderare gli interventi il giornalista e scrittore Paolo Scandaletti, che ha definito il Museo "un piccolo gioiello".
Allestito da Skylab Studios, start up leader nel campo dell'innovazione turistica, il Museo conta ben 50mila presenze l'anno, ed è stato realizzato grazie a Ferrovie dello Stato e Terna spa, con l’intervento del Ministero per i beni culturali, la regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Gorizia e il comune di Fogliano Redipuglia. "Abbiamo voluto creare un luogo unico nel suo genere - spiegano da Skylab Studios - per raccontare la storia della Grande Guerra con una nuova dimensione e in modo interattivo".
Oltre a Skylab Studios al convegno hanno partecipato Maria Masau Dan, già direttrice dei Civici Musei di Trieste, Zeljko Cimpric, curatore del Kobariski Muzej che ha raccontato la sua esperienza dell'illustre museo di Caporetto, Norbert Zorzitto, direttore del Sacrario Militare di Redipuglia, e di Paola Marini, direttrice delle Gallerie dell'Accademia di Venezia.
Rassegna stampa
Il Piccolo
il_piccolo_storytellers

Nessun commento ancora

Lascia un commento